Seleziona una pagina

Cari studenti
(preambolo) In questo periodo le lezioni sono diminuite con l’aumentare delle sezioni interne del sito, molte nuove pagine hanno rimpolpato la teoria e la pratica ed un nuovo insegnante si è aggiunto alla nostra famiglia.(fine preambolo)


La lezione di oggi è come sempre un grande classico ma in questo caso uno di quelli più abusati dai chitarristi principianti di ogni parte del globo . Parlo di “Smoke on the Water” dei geniali Deep Purple. La canzone è conosciuta ed immediatamente riconoscibile per il suo motivo centrale, una melodia basata su quattro note in scala blues che ne fanno uno tra i più famosi riff nella storia dell’hard rock. Il riff, eseguito dal chitarristaRitchie Blackmore, è accompagnato dalle parti di batteria e basso elettrico prima dell’inizio del cantato di Ian Gillan. Nella seconda parte della canzone, il motivo viene ripetuto da Jon Lord sul suo organo Hammond utilizzato attraverso un amplificatore Marshall distorto, creando un effetto molto simile alla chitarra. Blackmore usa due dita per suonare le corde in modo che le coppie di note siano eseguite simultaneamente per seguire il tempo dell’organo in modo più preciso. L’uso del motivo solo come intermezzo tra le sezioni cantate (che contengono parti molto differenti) evita di renderlo troppo ripetitivo e crea attesa per la sua esecuzione dopo i ritornelli. La struttura della canzone fa in modo che le strofe costruiscano una “tensione musicale” che poi viene scaricata tutta nel ritornello. Nella versione remixata di Machine Head, la canzone presenta un assolo di chitarra elettrica alternativo , non inciso negli anni 70 ma successivamente, al momento della nuova masterizzazione del cd. Questo lo si desume chiaramente ascoltando lo stile di Blackmore che non è più hard e blues ma smaccatamente heavy metal, facendo tesoro delle sue esperienze musicali con i Rainbow, da lui fondati all’uscita dai Deep Purple nel 1975.

Smoke on the Water racconta un episodio realmente accaduto a Montreux (Svizzera) nel 1971, quando verso la fine di un concerto di Frank Zappa and the Mothers of Invention uno spettatore sparò un razzo segnaletico che incendiò il Casinò (poi riaperto nel 1975). Il titolo Smoke on the Water (letteralmente fumo sull’acqua, accreditato al bassista Roger Glover, che narra di come ebbe l’idea quando si risvegliò dopo aver fatto un sogno qualche giorno dopo l’accaduto) si riferisce al fumo che si spandeva sopra il lago di Ginevra dal casinò in fiamme mentre i membri dei Deep Purple guardavano l’incendio dal loro hotel. Il nome “funky Claude” si riferisce a Claude Nobs, il direttore del Montreux Jazz Festival, che aiutò alcune persone a fuggire dall’incendio.

Le videolezioni che ho scelto cercano di far luce tra le decine di interpretazioni possibili del brano e spaziano dal Riff al Solo comprendendo Verse and Chorus per quanto possibile ogni videolezione è la più vicina alla versione di Ritchie Blackmore.

Buon Divertimento!


SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline