Seleziona una pagina

Cari studenti

Il brano di oggi è “Wherever you will go” dei The Calling, band statunitense che definire “meteorica” sarebbe quasi riduttivo, infatti la loro carriera dura solo 4 anni con 2 soli album all’ attivo e 3 cambi di componenti. La breve durata della band non sminuisce comunque il brano che prendiamo in esame oggi che è comunque giunto in cima alle classifiche di tutto il mondo ed è ancora oggi uno dei brani più gettonati dai “chitarristi da falò” dell emisfero boreale.

Wherever you will go è  un’ ottima canzone d’ amore dal gusto malinconico dove possiamo facilmente riconoscere le influenze che hanno caratterizzato lo stile musicale dei The Calling, i quali hanno sempre avuto nei Pearl Jam il loro faro ispiratore. Aaron Kamin chitarrista, compositore e vera mente della band scrisse il testo prendendo a spunto la morte del cugino, sposato per più di 50 anni, ed immedesimandosi nei panni della moglie che ha perduto la figura di riferimento di tutta una vita. Ovviamente le logiche di mercato hanno poi trasformato questo pensiero profondo e struggente in un più banale senso di vuoto dopo un tradimento.

 

Didatticamente il brano è interessante, per i neofiti, per il cambio di basso nell’ arpeggio iniziale. Un ottimo esercizio sia tecnico che interpretativo e vi consiglio di studiarlo magari cantando per darvi anche un metro di tempo corretto. La Videolezione è della migliore qualità come sempre accade quando scelgo gli amici brasiliani di CifraClub.

Buon Lavoro

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline