Seleziona una pagina

Cari studenti

Il brano di oggi è l’ ennesimo classico del rock anni ’70, anche se con una piccola peculiarità che lo distingue dagli altri classici visto che è il brano rock più “ballato”. Questa peculiarità può suonar strana alle orecchie dei più ma la motivazione è, storicamente e socialmente, di facile comprensione. Parliamo infatti di “Whatever You Want” dei britannici Status Quo, brano che vede la luce nel 1979 uno degli anni di maggiore influenza della DiscoMusic, influenza che contamina non solo i nostri Status Quo ma anche mostri sacri del rock come i Queen, i Pink Floyd ed i Kiss ed arriva a contaminare anche un genere come il Punk.

Da qui parte il percorso compositivo di Rick Parfitt (chitarra) e soci che cercano un riff rock, distorto, orecchiabile e di alto impatto ritmico; inutile dire che ci riescono alla grande con “Whatever You Want” che sbanca le classifiche mondiali ed imperversa nelle discoteche. Tra i brani simbolo della rock music di ogni tempo, Whatever You Want si rivela un pezzo semplice ed essenziale ma nel contempo versatile e di elevato valore compositivo. È soprattutto l’attacco in crescendo ad attirare il compiacimento della critica e, addirittura, vista la bellezza dei riff di chitarra, molti tra gli addetti ai lavori si spingono a definire l’apertura del singolo come la migliore che sia stata mai composta ed incisa per un pezzo rock. Ovviamente io non mi spingerò a tanto visto che le mie preferenze musicali sono altre però devo comunque (e a testa china) riconoscerne ogni merito. Il merito maggiore che vado a riconoscere al brano è sicuramente la sua valenza didattica vista la varietà compositiva che lo caratterizza. Riffs, Arpeggio, Solo, ed una ritmica devastante sono quello che possiamo trovare in Whatever You Want con in più la grande capacità degli Status Quo di far sembrare semplice un brano che non lo è. Vi invito tutti a studiare il brano perchè ogni parte che lo compone è sicuramente un arricchimento del bagaglio musicale e culturale che ogni chitarrista degno deve avere.

Ovviamente gli Status Quo non sono solo Whatever you want visto che all’ attivo hanno qualcosa come 120 milioni di dischi venduti (!) e vi invito a leggere la sezione Biografia per farvi un’ idea di quel che vuol dire essere una band storica e di grandissimo successo.

Veniamo alla videolezione, ho scelto di proporre in apertura un video dello stesso Parfitt il quale esegue proprio a scopo didattico il brano e di seguito un approfondimento sull’ arpeggio di apertura. Potrete concludere l’ apprendimento con l’ausilio delle tablature guardando come base per le posizioni il video di Parfitt.

Buon Lavoro

 

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline